ARTE E CREATIVITA'

il gioco della mente e del corpo con la materia
per costruire
forme sempre nuove
e messaggi sempre diversi
per imparare
l'arte di vivere

sabato, novembre 25, 2017

La nascita di CINECITTà "La fabbrica dei sogni "


https://youtu.be/5Klckl6n1gI   

(montaggio da vari filmati d'epoca)

La storia di Cinecittà ha inizio nel 1937 : in seguito ad un misterioso incendio dei vecchi studi Cines nasce l’idea di edificare la più grande città del cinema in Europa. Il progetto viene affidato all’ingegnere Carlo Roncoroni e all’architetto Gino Peressutti.

Fin da subito Cinecittà diventa l’utopia, il luogo dove poter rincorrere il successo e la popolarità. Sono molte le star nazionali a nascere e a coltivare il proprio talento all’interno degli studi.

Finita la guerra, per Cinecittà inizia un periodo stabile e fiorente, ricco delle produzioni più celebri al mondo. Le porte degli studi vengono aperte al cinema americano e con la  realizzazione di set imponenti come quelli di Quo vadis? o di Ben Hur Cinecittà ottiene la qualifica di “Hollywood sul Tevere”. Impazza la “DolceVita” e Roma si popola di star sia italiane che americane.

Con gli anni ’70 per Cinecittà inizia una stagione cinematografica che ha lasciato segni indelebili non solo all’interno degli studi, ma anche nell’immaginario collettivo.

Il cinema italiano, infatti, grazie ai capolavori di Fellini, alla grandi realizzazioni di Luchino Visconti, all’eclettismo di Pasolini, alla genialità di Ettore Scola, Comencini, Zurlini e tanti altri, avrà un’eco e un clamore a livello mondiale.

Panoramica su Cinecittà

Giornale Luce B1058 del 10/03/1937

Descrizione sequenze:
il cantiere al lavoro per la costruzione degli stabilimenti, dei teatri di posa e laboratori di Cinecittà ; lavorano nel cantiere 1500 operai ; Mussolini accompagnato da Dino Alfieri, ministro della stampa e propaganda, ricevuto da Starace, da Piero Colonna, dal direttore generale per la cinematografia, Luigi Freddi, e dal presidente della Cines visita la costruzione della torre serbatoio ; Mussolini viene accolto calorosamente dagli operai del cantiere ; il Duce risponde all'appassionata manifestazione (contenuto nel commento) rimettendo ai dirigenti una somma di denaro per pagare una doppia giornata lavorativa agli operai ; 

L'inizio dei lavori per la costruzione del complesso cinematografico di Cinecittà

Giornale Luce B0829 del 05/02/1936

Descrizione sequenze:
viene mostrato il plastico che raffigura l'area di Roma in cui sorgerà il complesso cinematografico di Cinecittà sulla Via Tuscolana ; vedute di singole parti del plastico ; la prima pietra posata dal Duce ; Mussolini e gli altri gerarchi visitano la zona dei lavori ; Mussolini posa la prima pietra per l'inizio dei lavori ; squadre di operai al lavoro ; la folla intervenuta alla manifestazione ; Mussolini assiste alla collocazione della prima pietra ; Mussolini scortato dai gerarchi visita l'intera area dei lavori ; l'entusiasmo degli operai che inneggiano al Duce ;

Mussolini inaugura Cinecittà

Giornale Luce B1087 del 05/05/1937

Descrizione sequenze:
Cinecittà durante la giornata dell'inugurazione ; all'ingresso folla di gerarchi radunata in attesa del duce ; arrivo di Mussolini seguito da altre autorità ; viene issata la bandiera italiana e Mussolini avanza tra la folla che saluta e applaude ;



San Pellegrino Terme: come sarà la “Flagship factory”. Progetto del danese Bjarke Ingels: lavori da marzo prossimo.



ZOGNO — Il gruppo Sanpellegrino ha presentato al Comune di Zogno la relazione tecnico-illustrativa per avviare l’iter che darà inizio alla prima tranche dei lavori di un progetto più complesso e articolato che durerà 4 anni e porterà alla realizzazione della cosiddetta “Flagship Factory”, la nuova casa dell’acqua minerale Sanpellegrino.

La struttura è stata progettata dallo studio internazionale “Big”, guidato dall’architetto danese Bjarke Ingels
“La Flagship Factory – si legge in un comunicato stampa – ha il duplice obiettivo di sostenere il business dell’azienda nei prossimi anni e di trasformare il sito produttivo di Ruspino nel biglietto da visita del gruppo per accogliere visitatori da tutto il mondo e promuovere ancor di più la qualità, l’unicità, l’internazionalità e il territorio d’origine di un’acqua minerale apprezzata in tutto il mondo, contribuendo a rendere la Valbrembana più attrattiva dal punto di vista turistico”.

Risultati immagini per bjarke ingels san pellegrino

Risultati immagini per flagship factory san pellegrino

Il progetto della Flagship Factory
La prima tranche dei lavori partirà a maggio 2018. Durerà un anno e porterà alla costruzione di un’area di sosta per i mezzi di trasporto e del relativo ponte di collegamento con la statale (ex SS470).

“Questi interventi, concepiti nel massimo rispetto dell’impatto paesaggistico e ambientale, sono stati studiati dal team dall’architetto Bjarke Ingels per ridurre sensibilmente il traffico di mezzi di trasporto che attraversa il Comune di San Pellegrino Terme”.

L’area di sosta e il ponte sono stati progettati dallo studio danese per armonizzarsi con il design della “Flagship Factory” destinata a riflettere il valore del luogo in cui nasce e viene imbottigliata la celebre acqua minerale.

mercoledì, novembre 15, 2017

18 novembre a Ostia "PASOLINI E LA TERZA GENERAZIONE"

sabato 18 novembre ore 21
cinema    Ipnotica Produzioni

PASOLINI E LA TERZA GENERAZIONE 
(Ita, 75’, FullHD, 20')
un documentario di Andrea Natale
ispirato al libro Pasolini e la Terza Generazione

di Paolo Pilati alias Tarzanetto e Prena Marku alias Irene Klara Dini

protagonisti Paolo Pilati alias Tarzanetto e Irene Klara Dini

direttore della fotografia Enrico Manfredi Frattarelli
 montaggio e animazioni Chiara Ferrara (Alba Kia)  
montaggio del suono Andrea D’Emilio missaggio audio Antonio Casella produttore esecutivo Alberto De Venezia
 voce narrante#1 Tiziano Mariani
voce narrante#2 Massimo Colangeli

| testimonianze
Gianfranco Miconi alias Attila/Franco Sgara, Scolastica Cerbara, Menestrello dell’Anima,
Staff pizzeria Il Tempio di Ostia
filmati di repertorio Paolo Pilati musiche 
Era Pasolini (di G. Fraternali e P. Pilati), Dove comincia il volo (di G. Fraternali), Funeral Party, Lady Dafne (di M. Niccoli), ‘O Spizzichino (di E. Ranalletta e P. Pilati)| ringraziamenti Martina Spennato, Antonio Casile, Stefano Petti

Sottotitoli in inglese Eleonora Fois

INGRESSO GRATUITO

Documentario ispirato al libro Pasolini e la Terza Generazione di Paolo Pilati Tarzanetto e Irene Dini. Racconta di Pasolini da una prospettiva inconsueta: attraverso la narrazione di un testimone diretto, emergere il ricordo di un’Italia ormai scomparsa, le contraddizioni delle borgate romane dagli anni Cinquanta in poi. Dai primi anni di Pasolini a Roma come insegnante fino alla tragica dipartita, passando per innumerevoli episodi di vita vissuti e raccontati da Tarzanetto.

Filippo Lange
Zètema Progetto Cultura srl
tel 06.5646962
f.lange@zetema.it

www.teatrodellido.it